B come Bellezza

Esiste una connessione anche etimologica tra l’idea di bello e quella di bene, data dal termine latino bellus, “bello”, che è il diminutivo di una forma antica di bonus, “buono”.

La bellézza come occasione (nel senso di tempo giusto, di kairos) per allungare l’ombra del futuro sul presente, per cogliere le opportunità e moltiplicarle, per “fornire una diversa struttura portante” e ricollocare in “un nuovo sistema di relazioni reciproche” le parole, le idee, i concetti, le decisioni, le azioni finalizzate alla crescita.

Le connessioni tra il “fare bene le cose” e il “fare cose belle” come sintomi, signa prognostica, della possibilità di tornare a regalare al mondo cultura, innovazione, futuro.

Approfondimenti
Elogio della bellezza, Nòva Il Sole 24 Ore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...